Menzione d’onore dell’EMAS AWARDS 2017

CONFERITA DALLA COMMISSIONE EUROPEA PER L’AMBIENTE AD ACQUA&SOLE SRL LA MENZIONE D’ONORE DELL’EMAS AWARDS 2017 PER L’IMPEGNO PROFUSO NELL’APPLICAZIONE DELL’ECONOMIA CIRCOLARE A LIVELLO EUROPEO

L’8 maggio, nell’ambito della premiazione per l’European EMAS Awards 2017, tenutasi a La Valletta, Malta, Acqua&Sole è stata insignita della menzione d’onore per l’impegno profuso nella promozione dell’economia circolare in agricoltura.

L’EMAS Awards è un premio organizzato ogni anno dalla Commissione Europea per l’Ambiente, dedicato alle organizzazioni registrate EMAS, un regolamento europeo cui aderiscono in modo volontario aziende già certificate per la gestione virtuosa degli impatti ambientali connessi alla propria attività, che si impegnano inoltre a divulgare con trasparenza i dati connessi a tali impatti, dati che vengono verificati da organismi terzi pubblici e privati.

L’edizione 2017 era specificatamente incentrata sulle iniziative intraprese dalle aziende per rendere l’economia europea circolare.

La necessità di trasformare il modello economico europeo da lineare (del tipo “prelevo e utilizzo risorse non rinnovabili e genero emissioni inquinanti”) a circolare (“utilizzo risorse rinnovabili e minimizzo emissioni e rifiuti massimizzandone il recupero e riciclo) è emersa a livello mondiale ed europeo nell’ultimo decennio ed è scaturita dalla considerazione che le risorse non rinnovabili di qualsiasi tipo (non solo energetiche) a disposizione non consentono di soddisfare le esigenze, anche alimentari, di una popolazione mondiale in continua e rapidissima crescita.

L’attività per la quale Acqua&Sole è stata premiata con la menzione d’onore è il lungo e scrupoloso lavoro di ricerca e successiva progettazione condotto dal 2010 sul tema del recupero degli elementi nutritivi in agricoltura.

L’agricoltura moderna è dipendente dalla fertilizzazione chimica: i fertilizzanti di sintesi ad oggi sono indispensabili per la produzione di alimenti. Essi vengono prodotti utilizzando risorse non rinnovabili perlopiù detenute da pochi Paesi: combustibili fossili e nutrienti estratti da miniere in via di esaurimento. La successiva trasformazione ed il consumo dei prodotti agricoli ottenuti, inoltre, comportano la produzione di rifiuti ed emissioni in aria ed in acqua che vanno trattati per ridurre l’impatto complessivo dell’attività sull’ambiente quali l’eutrofizzazione dei corsi d’acqua, dei laghi e dei mari ed un complessivo impoverimento della biodiversità. Il recupero e il riuso degli elementi nutritivi ancora contenuti in tali flussi, se effettuato applicando le più moderne tecnologie, così da renderlo compatibile con la tutela dell’ambiente e della salute pubblica, consente di rendere circolare il processo di produzione e consumo degli alimenti, evitando il consumo di risorse fossili e minimizzando scarti ed impatti ambientali ad essi connessi.

La premiazione europea è stata preceduta da quella italiana. Ai fini dell’European EMAS Awards 2017, infatti, ogni Stato membro seleziona a livello nazionale le organizzazioni da candidare a livello europeo in rappresentanza del proprio Paese e che vengono poi valutate dalla giuria della Commissione per l’attribuzione del premio finale. Prima della premiazione europea quindi, a Parma, il 4 maggio, Acqua&Sole è stata premiata ed ufficialmente designata quale rappresentante dell’Italia per le piccole e medie imprese al premio europeo.

Questa doppia premiazione è la conferma di un lavoro portato avanti negli anni, con dedizione, serietà ed approccio innovativo, convinti che la strada intrapresa possa essere quella collettivamente più vantaggiosa e auspicando verso questa tematica un interesse sempre maggiore dei decisori politici e dei portatori di interessi, che operano e non, in questo campo.

Visita la sezione Agroambiente